Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Come invecchiare e prenderla bene

 

In esclusiva per te

 

Un viaggio sulla DeLorean

Un esercizio antistress

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 

La nostra storia d'amore è finita...ormai è chiaro. Già...ma come glielo dico??

 Parlo. Spiego le mie ragioni. Tanto l'avrà capito, no, che ultimamente sono distante, che non mi interesso di niente che riguardi la sua persona e che non propongo più di fare qualcosa insieme? Si, dai, lo sa...mi conosce. Dirà: "Sì, effettivamente ho capito che non va tutto bene come prima. Non sono d'accordo, ma capisco le tue ragioni. Ciao" E ognuno per la sua strada.

 Sarebbe bellissimo se mi dicesse, invece: "Ci ho pensato anch'io e volevo dirti la stessa cosa ma non ne avevo il coraggio. Mi hai tolto un peso. Quindi...ciao...magari usciamo a berci qualcosa insieme, ogni tanto" Sarebbe davvero un sogno se lo dicesse. Ma non lo dirà.

Sicuramente il mio è uno di quei casi in cui farà la faccia sorpresa e si metterà a piangere...all'inizio, perché poi mi urlerà tutte le mancanze che ho avuto nei suoi confronti e così alla fine mi sentirò di merda, e proprio quando starò per cedere s'incazzerà ancora di più e mi tirerà addosso tutto quello che ha sotto mano. No, parlare è troppo complicato, anche perché poi m'impiccio con le frasi e faccio la figura dell'idiota.

Scrivo. Una lettera? Ma no, fa troppo Francia di Maria Antonietta...una roba da parrucconi. Un'e-mail? Ma no, mica mi sto licenziando... e poi magari la legge al lavoro e non voglio. Un post-it? Impersonale...tanto vale scrivere un tweet. Un sms? No, non li legge più...penserà che sono una compagnia telefonica che vuole promuovere un'offerta e lo cancella subito. Whatsapp? Eh...non male.. magari un vocale. Messenger? Anche quello non mi dispiace... non c'è limite di caratteri da scrivere e almeno evito una discussione faccia a faccia che non ne ho voglia.

Ma sai che c'è? Mica ho voglia di spiegare niente, io. La vita è mia e ne faccio ciò che voglio, quindi, seguo la moda del momento: il ghosting. Divento un fantasma. Non rispondo più al telefono e blocco tutto sui social. Niente litigate = niente fastidi...e niente dolore!! Col tempo si rifarà una vita senza di me, si darà una spiegazione migliore di quella che potrei fornire io e siamo tutti felici. Almeno non potrà dire di me che sono una delusione e un essere senza cuore. E...se un giorno volessi tornare indietro, potrò sempre dire di non aver mai pronunciato le parole "ti lascio".

Coinquilin* di antinnocenza: