Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

 

 

Interrogatorio

di Natale

 

 

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 

Molte persone mi hanno detto che conoscere me è una grande fortuna e si confidano anche se non abbiamo una conoscenza profonda. Non penso di essere una super persona: l'unica cosa che ritengo di fare per la gente, e non mi costa farlo perché è una cosa di carattere, è darle retta...ascoltare.

Io non forzo nessuno e non voglio che nessuno mi forzi ma, se qualcuno ritiene di potersi confidare con me, io dico il mio parere. Non ci tengo alla bella figura, lo faccio e basta.

Nel mio diario, il 7 dicembre 1997, avevo già capito di essere empatica.

Ho scritto "una cosa di carattere" ma, sinceramente, non penso di averla sempre avuta...forse sì...ma di certo è uscita fuori nell'adolescenza quando ho visto un comportamento distaccato ed egoista in una persona a cui voglio bene e ho pensato: "Io non voglio essere così". 

Empatia significa accettare ciò che è diverso da te e cercare di comprenderlo anche se non fa parte della tua realtà quotidiana. In pratica essere empatici significa rispondere alla domanda: Come vorrei essere trattat@ se fosse capitato a me? L'ho già scritto in altre occasioni ma lo ripeto: l'unico modo per essere amati e accettati è accettare e dare amore. 

Chi non è empatic@ la giudica una debolezza di carattere, ma non lo è: ci vuole coraggio per trasferire in sé una parte della sofferenza altrui e uscirne indenni, ma ne vale la pena perché, alla fine, ne sei uscit@ anche più forte avendo aiutato e non indebolito chi hai davanti.

Purtroppo l'empatic@ attira l'attenzione di ogni sorta di vampiri energetici (chi sono te lo spiego qui), narcisisti e manipolatori, notoriamente affamati di attenzione e complimenti. Ecco perché è importante non farsi abbindolare da chiunque: se capite che state parlando con qualcun@ disposto a farsi domande su se stess@ e che vi rispetta, va bene, altrimenti, consigliate di parlare con un espert@.

L'empatia è un buon medicinale per la nostra anima e quella altrui ma non è esente da effetti collaterali per cui attenzione alle dosi.

 

 

EMPATHY: INSTRUCTION FOR USE

 

Many people told me that knowing me is a great fortune and they confide even if we do not have a deep knowledge. I don't think I'm a super person: the only thing I do, and it doesn't cost me to do it because it's a character thing, is listen.

I don't force anybody but, if someone wants to confide, I express my opinion. I don't care about the good look...I just do. 

In my diary, december 7th 1997, I already knew I am empathic.

I wrote "a character thing" but honestly I don't think I've always had it...maybe yes...but surely it came out in adolescence, when I saw a detached and selfish behavior in a person I love and I thought: "I don't want to be like that" 

Empathy means to accept what's different from you and try to understand it even if it's not part of your daily reality. Into practic, being empathic means to answer the question: How I'd like to be treated if it happened to me? I've already written this in other occasions, but I repeat it: the only way to be loved and accepted is accept and give love. 

Who's not empathic consider it a weakness of character but it is not: it takes courage to transfer a part of the suffering of others and to come out of it unscathed, but it's worth it because, at the end, you come out also stronger, having helped and not weakening who's in front of you.

Unfortunately, the empathic attracts the attention of every kind of energetic vampires (I explain here who they are), narcissists and manipulators, notoriously hungry for attention and compliments...that's why it's important not to be fooled by anyone: if you understand that you are talking to someone who is willing to asking questions about himself/herself and who respects you, ok, otherwise, advise him/her to talk with an expert.

The empathy is a good medicine for our soul and that of others but is not free from side effetcs so attention to doses.

Coinquilin* di antinnocenza: