Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Musica, lacrime & Yoko 

 

In esclusiva per te

 

Un esercizio di memoria

Una serie tv commovente

Un ritratto girl power

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

preservativi

 

 Fino agli anni 80 nessun∂ li prendeva in considerazione: era una scelta, come decidere se volere o no il dolce alla fine della cena.

 Poi è arrivato l'Aids, inizialmente definito come una malattia solo del mondo omosessuale, ma alla fine si è capito che uccideva indistintamente...

 Andare a letto con qualcun∂ è dunque diventato pericoloso: tutt∂ mentono su quanti e con chi hanno avuto rapporti sessuali e l'unico modo per fidarsi è usare il preservativo.

 Molti uomini l'hanno accettato senza problemi... altri storcono il naso perché "toglie sensibilità" o perché "metterlo potrebbe diminuire la potenza dell'erezione"... ed ecco quindi, a decenni di distanza dallo spot con l'alone viola che aveva tanto spaventato, a ritrovarci ancora a scopare con uomini che hanno inventato "metodi infallibili" pur di non metterselo durante un rapporto occasionale.  

 Non posso parlare per un uomo, ovviamente, ma da donna posso tranquillamente dire che io trovo molto più eccitante e sensibile chi si preoccupa della salute di entrambi al punto da non far correre rischi a nessuno.

 Forse un cambiamento in tal senso può arrivare dal preservativo femminile: un doppio anello da inserire in vagina per metà. Così almeno un∂ dei due si ricorderà di indossarlo...

 Rimane però l'errata convinzione che il preservativo cancelli il romanticismo perché non c'è contatto diretto pelle-a-pelle e, per metterselo, bisogna mettere per un attimo in stand by la passione selvaggia creatasi... Il preservativo non sembra tra l'altro esistere nelle relazioni monogame perché il grado di fiducia è tale da "non averne bisogno", per cui averlo a disposizione in borsa o in tasca, anche se sei fidanzat∂, fa di te una persona promiscua che non vuole impegnarsi.

Essendo una "ragazza old school", io la penso come Julia Roberts in "Pretty woman": il bacio è molto più intimo e personale e senza amore non esiste romanticismo.

È solo la mancanza d'amore che lo cancella... altroché il preservativo!

Coinquilin* di antinnocenza: