Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Come invecchiare e prenderla bene

 

In esclusiva per te

 

Un viaggio sulla DeLorean

Un esercizio antistress

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 Gli amori, estivi, per me, sono sempre stati come le "Summer nights" di Olivia Newton-John e John Travolta in "Grease". Due visioni completamente diverse dello stesso film.

 L'ingenua Sandy racconta di un tipo spavaldo che giocava e scherzava con lei nell'acqua, che hanno passeggiato e bevuto una limonata tornando a casa per le 10 in punto, che le ha stretto al mano... uno con cui ha giurato vero amore.

 L'intrepido Danny racconta che ha incontrato una pazza di lui con cui ha fatto sesso al buio ed era brava ("e sai cosa intendo")... e alla fine le ha detto che sarebbero rimasti amici.

 E così, una canzone che fa sognare dal 1978 in realtà era premonitrice di veri incubi. Vivevi tutta l'estate  chiedendoti: "Cedo a questo bellimbusto che non rivedrò più o aspetto e magari a settembre il tipo che mi piace davvero si sveglia e decide di chiedermi di uscire e staremo insieme per sempre???"

Oggi è diverso... le ragazzine sono diverse, meno ingenue di Sandy... e forse i ragazzini sono meno intrepidi di Danny... ma un tempo una teenager poteva rovinarsi la reputazione per un amore estivo.

Ed esisteva la legge non scritta ma nota a tutte le donne del mondo secondo la quale dovevi andare a letto solo con chi ti prometteva amore eterno. E immancabilmente d'estate ti innamoravi di qualcuno che abitava a migliaia di chilometri da te, molto più grande o molto più piccolo d'età, di cui non sapevi nulla se non che aveva un fisico da sbiellare e che ti attraeva da morire al punto che avresti ceduto ovunque, in spiaggia, in pineta e pure sul-cucuzzolo-della-montagna-con-la-neve-alta-così.

Per fortuna queste leggi non scritte sono state sdoganate con la fine del XXsecolo e oggi si vive tutto più liberamente.

Gli amori estivi, però, rimangono sempre una delle esperienze più romantiche. Anche le coppie rodate in estate ritrovano sprint (o, se sono destinate al fallimento, lo perdono definitivamente)... sarà il caldo, il vestirsi meno, gli ormoni a palla, le maggiori occasioni di incontrarsi, ma l'estate ha sempre il suo fascino.

Perché i sogni estivi possono svanire ma.... oh... quelle notti d'estate!

Coinquilin* di antinnocenza: