Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Come invecchiare e prenderla bene

 

In esclusiva per te

 

Un viaggio sulla DeLorean

Un esercizio antistress

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 

In estate la consiglio a tutti.

Ricetta toscana, nota come piatto di recupero del pane raffermo (specie quello "sciocco", senza sale) e che ha come ingrediente principale la fantasia.

Aldo Fabrizi scrisse: "E che ce vò / pe' fà la panzanella? / Nun è ch'er condimento sia un segreto / oppure è stabilito da un decreto"

Oltre infatti a pane e pomodori potete aggiungere olive, uova sode, tonno, mais, alici, cozze, gamberi, granchio, astice, melone, pesche, salsiccia e/o polpo. Potete sostituire il pane sciapo con quello al farro o con le friselle (bagnate di acqua e aceto). Potete servirla direttamente nella pagnotta.

La mia versione è a metà tra quella di Ina Garten (una professionista del catering) e un'amica che la cucina da molto tempo.

In una capiente insalatiera ho mescolato dadini di 2 pomodori grandi e maturi e di 1/2 peperone rosso e di 1/2 giallo, fette di 1 cetriolo e di 1/2 cipolla rossa, 10 foglie di basilico e 1 cucchiaino di capperi sottaceto. Ho condito con una vinaigrette all'aceto di mele, coperto con la pellicola trasparente e ho messo in frigo per 1h. Trascorso il tempo, ho tagliato il pane toscano a cubetti, li ho saltati 10' in olio evo e sale, li ho aggiunti nell'insalatiera e ho fatto riposare 1h in frigo. All'ultimo ho aggiunto altro olio.

Certo, ci vuole tempo, ma non è difficile e, all'assaggio, in una sera d'estate davanti ad un bel vinello fresco, mi ha trovato d'accordo con chi, molti secoli fa, ne scrisse: "Vince ogni altro piacer di questa vita"

 

 

PANZANELLA

 

During summer, I advise it to everybody.

Recipe from Tuscany, used as rescue of the stale bread (especially the one without salt) which has fantasy as its main ingredient.

More than bread and tomatoes, you can add olives, hard-boiled eggs, tuna, corn, anchovies, mussels, prawns, crab, lobster, melon, peaches, sausages and/or octopus. You can replace the tuscan bread with the friselle (the apulian one). You can serve it directly in the big bread.

My version is half Ina Garten's (a catering professional) and half a friend of mine's who has cooked it since longtime.

In a bowl I mixed cubes of 2 big and mature tomatoes and of 1/2 yellow pepper and of 1/2 red pepper, slices of 1 cucumber and of 1 red onion, 10 basil leaves, 1tbs pickled capers. I added a vinaigrette (olive oil + apple vinegar) and I let it rest in the fridge for 1hour. After I cut in cubes the bread, sautées them in olive oil and salt for 10', added them to the bowl and let it rest for 1 hour. At the end, I dressed with olive oil.

Yes, it takes time, but it's easy and wonderful in taste, especially in an evening summer with white wine. 

Coinquilin* di mangioscrivo