Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille, solo io e te

 

 

 

 

 

Vie d'uscita

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

Ho un rapporto di amore & odio con la Guinness. Ho trascorso 10 anni della mia vita in un pub irlandese, ho bevuto la crema di whisky, ho bevuto il caffè lungo, ho bevuto il sidro, ho bevuto l'irish coffee, ma le volte in cui ho bevuto la classica birra scura (col quadrifoglio sulla schiuma - simbolo di ufficialità, che la vuole venduta solo alla spina, spillata grazie a carbo-azoto e non ad anidride carbonica, rimanendo così più compatta) si contano sulle dita di una mano, credo.


Forse perché ha un gusto molto forte...fossi una sommelier della birra, probabilmente lo descriverei come "un misto tra il caffè e il tabacco", dovuto alla compresenza di luppolo e lievito con orzo maltato e orzo maltato non torrefatto. Ma siccome invece sono una scrittrice di gastronomia allora mi devo concentrare sulle ricette a base di Guinness (dimenticando che esistono pure delle chips allo stesso aroma...anche se sono quasi sicura di averle mangiate al pub!).
Nella ganache della cheesecake, il cui fondo è di biscotti al caramello e cacao amaro. Nel cocktail Black Velvet, con champagne brut: il vino da solo era troppo "allegro" per commemorare, nel 1861, la morte del principe Alberto, e così al Brooks Club decisero di aggiungervi un po' di stout. Nel fondo di cottura del brasato di manzo con funghi, patate, erbette e senape (a cui Jamie Oliver aggiunge cheddar richiudendo poi il tutto tra due dischi di pasta sfoglia: Con questa torta il successo è garantito: è perfetta per sollevarvi il morale nelle fredde sere d'inverno!). Usata per irrorare una torta di spezie, uva passa, buccia di cedro candita e noci.
Con queste idee per la testa, mi verrebbe voglia di chiamare a cena le mie amiche e offrire loro un pasto a base di Guinness in nome dei vecchi tempi al pub...ma forse è meglio di no, perché, se così fosse, io forse dovrei mangiare qualcos'altro...!! :/

Coinquilin* di mangioscrivo