Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille, solo io e te

 

 

 

 

 

Vie d'uscita

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 

La loro immagine la si vede spesso sulle spalle delle persone in film o illustrazioni di vario genere. Indica due modi diversi di affrontare i problemi.

Da un lato il demone, che ti spinge a compiere cattive azioni, convincendoti che ne trarrai giovamento.

Dall'altro l'angelo, che ti spinge a comportarti bene per non incorrere in situazioni spiacevoli.

Solitamente crediamo all'angelo.

 Tranne quando si tratta di noi stess3: l'unico caso in cui ci fidiamo di chi ci dice che siamo de3 fallit3, che stiamo sbagliando tutto, che abbiamo un brutto carattere e che nessun∂ potrà mai amarci come meritiamo.

 Crediamo al demone dando del bugiardo all'angelo che ci incoraggia dicendoci che valiamo.

E così continuiamo a sminuire i nostri successi e a giudicare meritati i nostri fallimenti.

Fino ad arrivare al punto in cui non sentiamo né la voce dell'angelo né quella del demone, perciò non decidiamo e non scegliamo...in pratica, non viviamo. 

Parte della bellezza della vita invece è mettersi alla prova e correre dei rischi, quindi, quando si presenta l'occasione, coglila e, quando senti angelo e demone entrambi urlare e punzecchiarti la spalla per attirare la tua attenzione, fai l'unica cosa logica da fare: zittiscili.

Fai ciò che vuoi fare con la maggiore calma e col maggiore impegno possibili.

Se riesce, gioisci.

Se fallisci, sappi che è normale e umano, quindi ricomincia. Spingendo solo col tuo cuore e il tuo intuito.

 

 

Coinquilin* di mentecorpo: