Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Come invecchiare e prenderla bene

 

In esclusiva per te

 

Un viaggio sulla DeLorean

Un esercizio antistress

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

  La gestione del tempo, quando si hanno molteplici mansioni da svolgere, può essere un problema.

 Per risolvere la questione al meglio esiste una piccola verità: ciò che è importante raramente è urgente; ciò che è urgente, raramente è importante.

 Lo disse il 34° Presidente degli Stati Uniti Dwight Eisenhower, quando, per capire come svolgere il suo mestiere al meglio e non trascurare nulla, divideva il tavolo in 4 settori e classificava tutto seguendo questo schema, che piacque tanto che è tutt'oggi valido ed è conosciuto appunto come "Matrice di Eisenhower".

 I settori sono:

 URGENTE & IMPORTANTE È tutto ciò da farsi immediatamente, ma per fortuna di solito questa situazione capita raramente (rimarrà quasi vuoto)

 NON URGENTE & IMPORTANTE Hai tutto il tempo per pensarci, ma devi annotarlo per non dimenticarlo

URGENTE & NON IMPORTANTE Se per te non ha eccessivo valore,allora meglio farlo fare a qualcun altro per cui è una priorità

NON URGENTE & NON IMPORTANTE È puro e semplice cazzeggio perciò riservalo per i momenti di pausa

Devi ammetterlo: vista in questa ottica la tua giornata impegnativa si semplifica enormemente. E bravo Ike!!!

 

 Ora che hai imparato come classificare i tuoi progetti, vediamo come realizzarli.

 

Il metodo che ti propongo per primo (quando ce ne saranno altri aggiornerò il post) è il WOOP, acronimo di Wish Outcome Obstacle Plan. L'ho imparato nel libro "Prendila con filosofia - Manuale di fioritura personale" di Andrea Colamedici e Maura Gancitano (2021, Harper Collins).

I due citano la psicologa Gabriele Oettinger come colei che pensa che per realizzare qualcosa non basta essere ottimisti e aspettare il momento giusto, ma darsi da fare per realizzarlo, tenendo conto delle difficoltà e dei propri limiti.

Inizia quindi dal DESIDERIO (è nella natura umana... non lo diceva anche Hannibal Lecter?)... cosa vuoi davvero per te in questo momento?

Immagina il RISULTATO, ovvero come cambierà la tua vita e le persone che ti circondano e il tuo ambiente quando l'avrai ottenuto.

Cerca di prevedere gli OSTACOLI... cose che, per carattere, faticherai a fare...ma anche mancanza di soldi e/o tempo e/o risorse.

A questo punto elabora il PIANO. Hai presente Lupin o la saga degli Ocean's? Ogni ladro ha un piano elaborato al dettaglio. Fai lo stesso col tuo desiderio. Trasformalo in progetto, pensando a cosa fare ogni giorno e in ogni momento per realizzarlo.

Sai cosa potrebbe capitare? Che ti accorgi che è davvero ciò che vuoi, e allora ti divertirai a seguire il metodo Woop. O che ogni ostacolo è come un macigno insormontabile, il che significa che ti va di ottenere le cose ma non ti va di sacrificarti...almeno non per ottenere questa. O che in realtà ciò che desideri è qualcos'altro.

In ogni caso, hai un'informazione in più sul tuo desiderio, ovvero sulla forza che ha su di te e sulla forza che hai tu.

 

 

 

 

 

Coinquilin* di mentecorpo: