Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

 

 

Interrogatorio

di Natale

 

 

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 ... ma mica è facile, eh??!

 Avrai sicuramente visto disegni come questo o letto frasi motivazionali che dicono più o meno lo stesso. Ovvero che le cose più meravigliose della tua vita capitano quando esci dalla tua comfort zone. Veronica Benini ci ha anche scritto un libro dal titolo più che esplicativo: "La vita inizia dove finisce il divano"

 Non sto dicendo che tutt3 abbiano torto...anzi... hanno ragione da vendere.

 Quello che nessun∂ ti dice è quanto sia difficile.

 Razionalmente lo sai che è quello che devi fare: devi alzarti e fare, cominciare, buttarti. Non hai scelta. Perché è ciò che vuoi. Perché hai lottato per ottenere quell'opportunità. E quindi ora devi solo alzarti e andare a coglierla. 

 Sai quel detto che il treno passa solo una volta e lo devi prendere??? Non ne sono mai stata totalmente convinta perché penso che di opportunità ce ne siano più di una e che se vuoi davvero che il treno si fermi ti puoi mettere anche in mezzo ai binari, ma la sostanza non cambia. Comunque tu abbia fatto ora il treno è fermo... e aspetta te.

E tu sei sulla banchina, terrorizzat∂...letteralmente, fisicamente e psicologicamente terrorizzat∂.

Il tuo corpo, e soprattutto il tuo cervello, odiano i cambiamenti. Farebbero di tutto pur di non farti cambiare mai, pur di tenerti in loro potere. Compresi torcerti le budella, farti venire un gran mal di testa, copriti di pensieri di fallimento e creare contrattempi e imprevisti così casualmente accidentali che neanche un Monopoli ne hai mai visti di così assurdi.

Abbandonare la zona di comfort significa saltare dal certo e comodo tran tran quotidiano in qualcosa che hai sempre desiderato e sognato ma che improvvisamente diventa il peggiore dei tuoi incubi. Più che altro, hai paura che ciò che tanto volevi non si realizzerà e tu dovrai tornare al divano con l'aria sconfitta di chi ha volato troppo in alto e si è bruciat∂ le ali, come Icaro.

non ti ho detto la cosa peggiore. 

La cosa peggiore è che l'unico modo per cui quel terrore sparisca è semplicemente buttarti... farlo... andare. Mettere un piede davanti all'altro e fare il viaggio che ti spaventa dalla punta dei piedi alla radice dei capelli.

Ma voglio farti un regalo che potrebbe aiutarti.

Ho letto recentemente un magnifico libro di Elizabeth Gilbert che si intitola "Big magic" (2015, Rizzoli) in cui lei parla con Paura, che cerca sempre di fermarla ogni volta che sta per produrre qualcosa di creativo, e il suo discorso è molto motivazionale e lo leggo sempre quando sto per fare quel salto fuori dalla comfort zone.

Dice così: Carissima Paura, io e Creatività stiamo per intraprendere un viaggio insieme. So che verrai con noi perché lo fai sempre. Capisco che sei convinta di avere un ruolo importante nella mia vita, e che prendi il tuo lavoro serialmente. Mi pare lampante che esso consista nel gettarmi nel panico ogni volta che mi appresto a fare qualcosa di interessante, e - se me lo consenti - sei davvero impagabile. [-] Qui su questa macchina c'è tanto spazio per tutte, perciò mettiti comoda [-] Riconosco e rispetto il fatto che fai parte di questa famiglia e non ti escluderò mai da nessuna attività, ma i tuoi suggerimenti verranno ignorati. Ti è concesso un posto a sedere, e la possibilità di dire la tua, ma il tuo parere non è determinante. Non hai il permesso di toccare le mappe né di suggerire deviazioni o armeggiare con l'aria condizionata. E neanche di toccare la radio, cocca. ma soprattutto, mia cara vecchia ben nota amica, ti è assolutamente proibito guidare. 

Buon viaggio!! 

 

 

LINK DI APPROFONDIMENTO

Recensione di "La vita inizia dove finisce il divano"

Coinquilin* di mentecorpo: