Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

 

 

Interrogatorio

di Natale

 

 

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 Io non l'ho mai capito: questa frase della foto significa "sei capace di affrontare la situazione?" o "sei abbastanza pazz∂ da fare una cosa del genere?".

 Il coraggio sembra essere la qualità principale di ogni persona che voglia distinguersi. Se vuoi cambiare il corso della tua vita ti basta avere coraggio.

 Il problema è che il coraggio non lo vendono al mercato come fossero cassette di frutta. No. Per cui il mondo si divide in due categorie :

 - chi si butta senza paura, anche in situazioni pericolose e insicure, perché "tanto si vive una volta sola";

- chi tentenna e prima di fare una cosa ci deve pensare mille e mille e mille volte e poi non si sa se alla fine la fa.

 C'è anche da dire che nella vita moderna sono poche le occasioni per mostrare coraggio. Difficilmente, e direi per fortuna, ti trovi ad affrontare la morte o dei malviventi quotidianamente. Non siamo nel west dove ci sono sparatorie continue dall'ora di colazione a quella di cena. Per cui non puoi davvero misurare il tuo coraggio.

 Non avendo occasione, quando ti capita, te la fai sotto.

 Ogni decisione che comporti un cambiamento di vita è un'ansia continua. L'ansia deriva proprio dal fatto che non esercitiamo abbastanza il coraggio. Che tendiamo a isolarci, quando abbiamo un problema, non chiedendo aiuto a chi potrebbe davvero risolvercelo. Che rimuginiamo e rimuginiamo e rimuginiamo lasciando che la mente ci ficchi nei pensieri gli scenari più terribili... e noi le diamo ragione e continuiamo a nasconderci.

Ciò che temiamo di più è sempre il giudizio altrui, Abbiamo paura che, dopo aver faticato tanto a tirar fuori il coraggio, questo venga minimizzato, deriso, sbeffeggiato. Hai presente la frase: "Ci vuole un bel coraggio a... essere così / vestirsi così / comportarsi così" ??? Quella frase trasforma la più nobile delle qualità nel più infimo dei difetti.

Improvvisamente, non siamo più le persone impavide che i nostri nemici possono toglierci la vita ma non ci toglieranno mai la libertà (da "Braveheart" di Mel Gibson, 1995), ma siamo diventate quelle che offendono la morale pubblica semplicemente perché esistono.

Capisci perché poi ci sale l'ansia????

Comunque, quello che dice l'immagine è corretto: non esistono momenti giusti per esercitare il coraggio. A volte devi prendere tutti gli elementi che hai a disposizione, valutare i pro e contro, e saltare. O non valutare niente, non pensare a nulla, e saltare. Sì, purtroppo c'è indecisione anche sul metodo giusto da applicare... il che significa che dipende solo dalla tua natura. 

Ma fallo, fallo comunque. Fregatene del giudizio altrui. Fai ciò che è giusto per te. Sempre.

Non lasciatevi condizionare, non lasciate che il rumore delle opinioni altrui copra la voce che avete dentro. Ma soprattutto abbiate il coraggio di seguire quello che avete nel cuore, lasciatevi guidare dall'intuito. Siate affamati. Siate folli. (Steve Jobs)

 

Coinquilin* di mentecorpo: