Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

 

 

Interrogatorio

di Natale

 

 

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 

 Questa foto è solo uno scherzo, ma è il punto di partenza per farvi capire quanto sia importante sentirsi bene e belle in ogni età della vita.

 Ci sono stati anni in cui non mi sono valorizzata: il mio corpo mi causava terribili dolori e io ho iniziato a smettere di preoccuparmene...e sono diventata davvero brutta, grassa e sciatta.

 Poi qualcosa è scattato in me e ho deciso di rivolgermi a chi mi aveva insegnato come diventare una donna (Candy Candy), a chi si trovava ad affrontare i miei problemi del presente (Cameron Diaz) e a chi mi poteva insegnare ad affrontare quelli futuri (Jane Fonda).

Mi hanno aiutata molto  capire che ciò che sono va semplicemente valorizzato, non stravolto.

 

 

 Il primo insegnamento è la bellezza delle particolarità.

 Candy odiava le sue lentiggini, ma sono ciò che la rende riconoscibile, per cui è importante amare i kg in più o in meno (l'ideale sarebbe i vostri cm di altezza - oltre il metro - tolto 10, ma c'è un range ammesso di 4-5kg), i capelli lisci o ricci ecc...e valorizzarli.

 Curare la pelle con prodotti naturali e di uso comune (anche se io attualmente eviterei l'acqua piovana...non è la stessa del 1982). Dormire. Fare ginnastica. Truccarsi.

 Spero ne esistano ancora di manuali come questo: per le teenagers sono una guida fantastica.

 

 

 

 Ho scelto Cameron Diaz perché è nata nel 1972, come me, e l'ho sempre ammirata.

 A 40 anni, grazie a "BODY BOOK" & "LONGEVITY BOOK" ha intrapreso uno studio meraviglioso sul corpo e sull'invecchiamento, scrivendone poi accorgimenti e consigli per vivere al meglio.

 Qualche esempio.

- Evitare bevande zuccherate (anche di aggiungere zuccheri a tè e caffè): per me che bevevo litri di tè freddo confezionato è stato un toccasana, infatti ora ho bottiglie d'acqua ovunque.

- Nutrimento, movimento e stress regolano l'azione positiva e negativa dei microbi che ospitiamo.

- Non è obbligatorio andare in palestra: possiamo ballare o giocare a palla contro il muro (come facevamo da bambine) o passeggiare mentre parliamo al telefono: programmiamoci il fitness in agenda come qualsiasi altro appuntamento e per il compleanno regaliamoci una visita medica.

- Creiamoci una routine pre-sonno con apparecchi elettronici spenti, buio, denti e faccia puliti.

- La voce della paura urla più forte di quella del coraggio, ma mente.

- Avere rapporti sociali stabili e circondarsi di persone profonde e piene di energia.

 

 E, per il futuro, ho deciso di chiedere consigli a chi già è invecchiato, ovvero a Jane Fonda (è nata nel 1937) 3 al suo libro "GLI ANNI MIGLIORI".

 La prima volta che l'ho letto non l'ho capito... lo misi da parte perché la mia mente non era pronta ad affrontare certe tematiche. Ora lo sono, perciò non mi spaventa leggere certi capitoli.

 Come il soffermarsi a pensare alla propria famiglia, senza il filtro dell'amore che proviamo, per capire chi erano/sono davvero e cosa ci hanno lasciato.

 Smettere di seguire stereotipi prefissati e fidarsi della propria esperienza, insegnandola (Le donne anziane sono più adatte a prendere il comando per salvare il mondo. Noi abbiamo il tempo, la saggezza, l'apertura mentale e i numeri. Abbiamo meno da perdere e oramai non abbiamo paura di arrabbiarci).

 Seguire un regime alimentare e un programma di ginnastica (per corpo e mente - che ha bisogno di rimanere allenata per non perdere troppa memoria e rimanere concentrati) conformi all'età.

 Fare pace con coloro che ci hanno ferito.

 E, infine, Jane scrive molto apertamente di sessualità e di morte: esercizi tantrici, pillole, vibratori, video erotici, dilatatori vaginali e protesi al pene, ma soprattutto complicità col partner per rendere la vita più felice; piani pensionistici, assistenza sanitaria, eredità e gestione delle finanze per assicurare stabilità a tutto ciò che precede o riguarda la nostra dipartita.

Fatemi un piacere. Fatevi un regalo e leggete anche solo qualche pagina di questi bellissimi libri scritti da donne straordinarie. Diventate le vostre maestre e sarete sempre più belle.

 

 

 

Coinquilin* di paroleparole: