Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille, solo io e te

 

 

 

 

 

Vie d'uscita

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

...mi sono ammazzata a comprare una vhs da 120 per il Saturday Night Live e non l'ho neanche scartata...   
...'sto sabato devo assolutamente ricordarmi la riduzione per la discoteca. Lo so, sono solo 3000 lire ma se li risparmio ci posso comprare una birra piccola o un giornale o un pacchetto di caramelle o qualcos'altro...
...oggi mi ha detto mia nonna che mi ha telefonato una ragazza, che poi non ha richiamato...chissà chi era...

Queste frasi, scritte sulla mia Smemoranda nel mese di febbraio del 1994, erano vita quotidiana: se le pronunciavi a voce alta, nessuno si sarebbe stupito perché capitavano a tutti...oggi sono vecchie e fuori moda e se le pronunci di fronte a qualcuno (specie se sta sui 20anni) nessuno capisce.
Le Vhs per registrare un programma tv???? Ma no!!! Se perdi qualcosa esiste lo streaming da pc: puoi vedere ogni trasmissione semplicemente cercando il sito giusto. Non c'è più nemmeno il videoregistratore con cui programmavi il canale e l'orario (dopo averli controllati su un giornale cartaceo...meglio se quotidiano - più aggiornato) e non corri più il rischio che se i programmi precedenti duravano più del previsto ti ritrovavi solo metà visione (e un sacco di pubblicità!).
La riduzione di 3000 lire per la discoteca?? A ballare si paga prezzo pieno, la birra piccola costa 3euro (più o meno come 6000£ di allora) se ti va bene, il giornale lo vendono sui 2euro (e tanto si legge tutto online) e le caramelle sugli 1,50.
Qualcuno ti chiama e non sai chi è??? Impossibile!!! Il cellulare memorizza tutto e sta a te richiamare se non hai risposto al primo squillo (...e chi sei per non tenerti il cellulare attaccato addosso???).
Non siamo più negli anni '90. Ora la tecnologia ha cambiato il modo di vivere, ma certe cose (aspettare di rivedere ciò che hai programmato, di sapere chi ti ha chiamato o di comprare qualcosa con uno sconto) forse erano più emozionanti allora. C'era il desiderio dell'attesa...oggi si vive al momento...e non si desidera più.