Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

 

 

Interrogatorio

di Natale

 

 

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 

 Una verdura viola sa subito come distinguersi.

 La noti immediatamente nel banco. Poi è spesso anche globosa o oblunga, di consistenti dimensioni, per cui non passa inosservata. Anche se è più tonda e striata, o addirittura nera, la riconosci: è una melanzana.

 Inizialmente era usata solo a scopo ornamentale, in quanto si riteneva che il suo consumo potesse alterare il sistema nervoso: era una "mela insana".

 Tuttt'oggi si consiglia di lasciarla almeno 30 minuti sotto un peso, perché possa liberarsi dell'amarognolo. Come fosse un esorcismo.

 Come se non bastassero le stranezze, quando tagli una melanzana è bianchissima. Non è come te la aspetti guardandola esternamente.

 Infine, ultima magia. Quando la cuoci assume un aspetto marroncino brunito.

Non resta dunque che permetterle di trasformarsi, usando ricette semplici e golose.

 CAPONATA DI MELANZANE

Taglia le melanzane in cubi grossi, friggili in abbondante olio di arachidi e mettili a riposare su carta assorbente.

In una casseruola cuoci per 20' olio extravergine d'oliva, rondelle di porri e di olive, pezzi di sedano, capperi, salsa di pomodoro, aggiungendo acqua se si asciuga troppo. Aggiungi le melanzane e fai cuocere altri 5'.

Nel frattempo, in un pentolino a parte fai evaporare aceto e zucchero. Uniscili alla caponata e fai riposare qualche minuto.

 

 

 COMPOSTA DI MELANZANE ALGERINA

Lo so, rosolare la melanzana è una rottura: le fette assorbono tanto olio e l'ambiente s'impuzza. Ma il sapore mediorientale di questa ricetta ti ricompenserà!

Una volta fritte, metti le fette in un colino a perdere olio, schiacciandole bene con una forchetta, poi rimettile nella stessa padella aggiungendo 1 spicchio d'aglio schiacciato, 1 cucchiaino paprika, 1 cucchiaino cumino, 1 cucchiaino zucchero e fai cuocere 2'.

 Prima di servire condisci con succo di limone, sale e pepe.

 Fidati: ti pentirai di averne rosolata solo una!

 

 

 

 

 MELANZANE E MOZZARELLA AL CIOCCOLATO

 Partiamo dal fatto non trascurabile che il cioccolato dovrebbe essere di Modica, così da dare paternità siciliana alla ricetta.

 L'accoppiata melanzane è cioccolato è stata anche approvato dal "Re del cioccolato" Ernst Knam che ha detto: Quando sono approdato nel Salento e l’ho assaggiata per la prima volta sono rimasto estasiato: mai avrei immaginato che la melanzana potesse condividere il piatto con il cioccolato. Invece si sposano alla grande! 

 Lui ne ha approfittato per creare la "Torta alle melanzane, cioccolato fondente, coriandolo e lamponi", io invece ho seguito le indicazioni de La Cucina Italiana per creare questa bontà qui a fianco, che ora ti spiego.

 Taglia 2 piccole melanzane a rondelle e cuocile in una bistecchiera 2' per lato.

 Componi gli strati alternando melanzane, mozzarella di bufala e pomodorini, spolverando con cioccolato al 70% grattugiato.

 Conquisterai anche i palati più esigenti... il cioccolato si abbina benissimo a questi gusti!!!

 

Coinquilin* di mangioscrivo