Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

La newsletter che ti racconta  di me e del "dietro le quinte" del sito

 

 

 

 "Domani è un altro giorno"

 

Leggila qui 

 

 

0
0
0
s2sdefault

Mi sono resa conto che ho cambiato il tipo di ricette pubblicate ma non ho detto il perché...quindi oggi te lo racconto. Mi confesso iniziando da questa foto che racchiude due momenti particolari della mia vita: il 2003 e oggi.


 La foto del 2003 non mi piace. Sono truccata bene, vestita bene, pettinata bene, ma quell'espressione (catturata senza che me ne accorgessi) nasconde una ragazza che non stava bene.

 Avevo problemi di salute...dolori al bassoventre insopportabili. Feci una lunghissima serie di esami e finalmente scoprii di avere un fibroma (il giorno che me lo dissero i miei genitori sbiancarono...io ero felice come una Pasqua perché almeno era un problema fisico e non mentale, che avrebbe comportato un percorso più lungo).

 Fui operata e sembrava tutto passato ma poi quei dolori tornarono...all'inizio sopportabili (sapevo che nei giorni precedenti il ciclo mestruale sarei stata malissimo, quindi evitavo di prendere impegni gravosi e andava bene così) ma poi non c'era conteggio dei giorni che tenesse...faceva male sempre, giorno e notte, dal nulla (un minuto prima stavo bene, quello dopo ero piegata in due sperando che da qualche parte quel dolore uscisse), e l'unica cosa che potevo fare era correre a casa e mettermi a letto....finché non passava.

 Era già una brutta vita ma peggiorò ancora quando i giorni inattivi divennero più di quelli attivi...e dopo essere stata a letto un intero weekend (è successo più volte nei primi mesi del 2017), mentre la vita mi scorreva davanti senza che potessi riacchiapparla, decisi di rifare tutti gli esami iniziando da quelli del sangue.

 Primo risultato: colesterolo alle stelle. Il dottore ha deciso di curarmi non con le pastiglie ma con alimentazione ed esercizio fisico...a mia discrezione, per iniziare. Così ho tolto uova, carne rossa e latticini e ho iniziato a fare un qualche tipo di ginnastica (vario perché mi annoio a fare sempre la stessa...ho dei dvd che mi aiutano...ma nei weekend passeggio) tutti i giorni. E ho scoperto che stavo meglio e che il mio nemico numero uno sono i latticini. Se non li mangio i dolori sono super sopportabili e posso soffrire ma nello stesso tempo stare a una festa con gli amici e ridere a crepapelle.

 Per cui quella lì davanti sono io oggi. Mi piaccio perché sto bene. E se mi trucco bene, mi vesto bene e mi pettino bene sto ancora meglio :)

Devo solo stare attenta a ciò che mangio e a tenere il mio corpo e la mia mente in forma. Lo faccio senza sforzo perché so come si sta male se si sgarra, quindi, come dico sempre, se il prezzo da pagare è non mangiare più un gelato in vita mia, ma solo granite, lo faccio. Perciò il mio modo di cucinare ne ha risentito. Lo avrete capito dalle ricette che pubblico, che sono molto diverse rispetto all'inizio. E siccome molti di voi mi chiedono anche come faccio, ora ve lo dico.

Premetto che io sono un po' contraria alle sostituzioni eccessive: non compro un formaggio no-muh...non ce lo metto proprio, per esempio. Ma alcune sì. Non posso mangiare il cioccolato al latte e quello bianco, ma posso mangiare quello fondente e la crema spalmabile alla soia e sostituirlo nei dolci con il cacao in polvere.

Al posto del latte esiste quello vegetale che è altrettanto buono (non tutto eh...mandorla e cocco sì...riso e avena sanno un po' di cartone ma c'è di peggio...altri devo ancora provarli).

Un problema può essere la pizza...senza mozzarella rischia di diventare un pochino più secca, quindi devo scegliere tra i gusti anche qualcosa di morbido, tipo carciofi, verdure grigliate, frutti di mare. Ogni volta che vado al ristorante se non sono specificati gli ingredienti lo chiedo se ci sono panna o formaggi o simili e per fortuna altri clienti sono intolleranti al lattosio per cui un'alternativa c'è sempre.

Poi tutto il resto è "a caduta" nel senso che, quando ti appassioni al mangiare bene, diventa più facile. Perciò gli hamburger li preferisco di pesce o di tacchino o di maiale anziché di manzo. Per snack mangio la frutta secca o essiccata. Siccome di molti fritti non posso vedere il ripieno scelgo il baccalà.

Non è facile eh?? Perché io me lo ricordo quanto sono buone le ricette coi latticini. Mi mancano le lasagne, la mozzarella in carrozza, la cheesecake, il gelato, certi pasticcini, il budino, la mousse al cioccolato... tutte robe che mi piacevano tantissimo! Quindi ora la mia sfida, nella vita, in cucina e di conseguenza anche in questi post, è quella di trovare delle alternative che siano buone...


Io ci provo.