Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Come invecchiare e prenderla bene

 

In esclusiva per te

 

Un viaggio sulla DeLorean

Un esercizio antistress

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 Qual'è la differenza tra sogliola e platessa?

 Sono pesci molto simili: amano stare sdraiati su un fianco sul fondale del mare. Mi fanno molto ridere a vederli perché hanno tutti e due gli occhi su un solo lato...d'altronde, non avrebbe molto senso metterli da entrambi visto che uno guarderebbe solo la sabbia!! :D

 Quel lato è bianco per entrambe. L'altro è grigio-marrone nella platessa è marrone rossiccio nella platessa. La sogliola è più pregiata e ha meno spine.

 Hanno un sapore molto delicato perciò nelle ricette sono quasi intercambiabili.

 Questi a lato sono INVOLTINI DI SOGLIOLA AL PROSCIUTTO

 Accendi il forno a 200°C.

 Mescola parmigiano grattugiato, timo, menta, erba cipollina, prezzemolo, scorza di limone. Metti questo ripieno sui filettini di sogliola e arrotola.

Strofina una pirofila di aglio, condisci con vino bianco, olio evo, sale, mettici il pesce e inforna per 10'. Avvolgili in fette di prosciutto crudo e inforna altri 5'.

 

 

 

 

 INVOLTINI DI PLATESSA

 Lessa 200g di patate.

 Accendi il forno a 180°C.

 Schiaccia le patate e mescolale con un pezzetto di burro, sale e scorza di limone.

 Metti una cucchiaia di composto su 300g di filetti di platessa e arrotola.

 Appoggia gli involtini su una teglia rivestita con carta forno e aggiungi anelli di cipolla, alloro, sale, pepe, olio evo. Inforna per 20'.

 Molto importante l'aggiunta della scorza di limone. Serve a rendere il ripieno più saporito e a dargli un certo sprint.

 Se ti avanza del composto, puoi aggiungere un po' di latte e trasformarlo in purè, come contorno.

 



Coinquilin* di mangioscrivo