Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Come invecchiare e prenderla bene

 

In esclusiva per te

 

Un viaggio sulla DeLorean

Un esercizio antistress

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

merito

 

 Siamo tutt∂ Muttley: vorremmo tutt∂ la medaglia sul petto.

 La vogliamo perché ci siamo impegnat∂, abbiamo lavorato e abbiamo sofferto... ce la meritiamo. 

 Non possono non darci una medaglia. Non possono non vedere la verità di quanto ci siamo sacrificat∂. La vita non può essere così ingiusta da caricarci di altra fatica, altri pesi, altro dolore. Qualcun∂ arrivi e ci dia una medaglia... subito!! 

 Che cos'è la medaglia? È un aumento di stipendio, una relazione felice, più tempo libero. Desideri più che leciti. 

 Ciò che è illecito è pretenderli da altr∂. Non deve arrivare un boss, un amante, un genitore, un amic∂, un∂ sconosciut∂ ecc. a darti per forza ciò che ti spetta. E non è che se non ti arriva hai per forza sbagliato qualcosa. Ci sono molti fattori che concorrono alla realizzazione di un desiderio... e pretendere che altr∂ li riconoscano e te lo facciano arrivare ben impacchettato non accelera il processo.

 Se ti spetta, ti arriverà: tu impegnati per il giusto e pretendi di ottenere il giusto, non pensare sempre (e solo) alla medaglia... quella è un surplus e potrebbe sviarti, perché dimenticherai di "goderti il viaggio" e calpesterai le persone che incontrerai lungo il percorso. 

 Ciò che è illecito è dipingere con la parola "merito" ogni desiderio realizzato. Non c'è bisogno che sia la conseguenza di un merito: c'è bisogno che vuoi farlo perché ti fa sentire felice.

 Non è un concorso a premi. Non siamo sempre in una gara. Non esiste l'hit-parade del merito. Muttley pretendeva la medaglia ma è spesso (se non sempre) arrivato ultimo. 

 Mio nonno mi disse una volta che ci sono due tipi di persone: quelle che fanno il lavoro e quelle che si prendono il merito. Mi disse di cercare di essere nel primo gruppo. ci sarà sempre meno competizione (Indira Gandhi)

Coinquilin* di mentecorpo: