Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.

Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Newsletter !!!

 

Non considero i miei lettori followers o fans.... solo amici che conosco o non ho ancora conosciuto.

La newsletter ci permetterà di farci due chiacchiere tranquille

E in più, solo per te... 

 

 

Musica, lacrime & Yoko 

 

In esclusiva per te

 

Un esercizio di memoria

Una serie tv commovente

Un ritratto girl power

 

 

 

 

 

PER LEGGERLA ↓

Click qui per iscriverti

 

 

 

 

 

0
0
0
s2sdefault

 

Ecco come riconoscerne la freschezza.

0
0
0
s2sdefault

 Per Natale ho visto foto golosissime sui profili Facebook dei miei amici campani e così, per l'Epifania, ho deciso di provarci anche io.

0
0
0
s2sdefault

 

 La prima volta l'ho mangiato in Austria.

0
0
0
s2sdefault

 Quest'anno le vacanze di Natale sono state prive di socialità. così ho deciso che, se non potevo bere un vin brulè in piazza con gli amici e i conoscenti, ne avrei fatto una versione in casa con la famiglia. Avendola improvvisata, ci ho messo ciò che avevo (il che significa che potete provare altre combinazioni di spezie).

0
0
0
s2sdefault

 Con l'arrivo della stagione fredda, mi piace cucinare piatti unici corposi e di soddisfazione per il palato. 

0
0
0
s2sdefault

 È una variante dell'amatriciana.

0
0
0
s2sdefault

 Incredibile ma vero, non ne ho mai cucinata una.

0
0
0
s2sdefault

 Un'altra alternativa alla mia classica Tiella pugliese, dagli stessi autori del Tortino a strati di mele e patate

0
0
0
s2sdefault

 Ho sempre considerato "maltagliati" la pasta all'uovo che ti avanza quando cucini tagliatelle o cappelletti o tortelli...invece sono una pasta a sé.

Coinquilin* di mangioscrivo